Dai valore al tuo tempo

Appareal Sourcing

La trasformazione digitale
dell’ufficio prodotto
e dell’apparel sourcing

Nuova collezione.
C’è chi parte, c’è chi resta in ufficio. C’è sempre molto da fare,
e poco tempo per concretizzare tutte le idee.

In questo caos le parole d’ordine sono: collaborazione e organizzazione. Ma come?

Pianificare ogni nuova collezione richiede un’accurata analisi e un lavoro di squadra tra diverse figure, tra cui responsabile prodotto, brand manager, sourcer, buyer, stylist… Che si segua il modello tradizionale di ciclo programmato o quello più attuale del fast fashion, le fasi da seguire per la pianificazione di una collezione sono le stesse:

Z

Definizione del posizionamento

Z

Selezione dei tessuti e dei fornitori

Z

Analisi delle tendenze

Z

Costruzione della collezione (selezione dei modelli)

Z

Concezione e creazione dei modelli

Z

Prototipazione

Si tratta di un processo dinamico, dove la condivisione delle informazioni e l’ottimizzazione del tempo diventano il punto focale dell’intera attività di apparel sourcing. Gli attori in gioco sono spesso in viaggio per lunghi periodi per scoprire i trend e conoscere nuovi fornitori alle fiere di settore, oppure direttamente dai fornitori alla ricerca del tessuto o del prototipo ideale per dar vita alla nuova collezione. Mentre i primi viaggi sono caratterizzati per lo più da una semplice raccolta di informazioni ed idee, i viaggi dai fornitori sono ben più impegnativi e devono essere pianificati nei minimi dettagli in sede ancor prima della partenza. Infatti i Buyer, Sourcer, Responsabile prodotto, prima di partire, devono aver ben chiare le linee guida per la definizione della collezione, perché una volta dal fornitore il tempo è limitato sia per la visione dei campioni che per la raccolta delle informazioni salienti dei capi selezionati. Per far fronte a questa fase del processo, contraddistinta da praticità ed immediatezza, la tecnologia diventa un valido alleato. Ma come? Quali sono gli strumenti che permettono di digitalizzare il processo di apparel sourcing, ottimizzando così tempi e costi per l’azienda?

Digitalizzazione del sourcing

Tutte le attività svolte fin’ora durante la fase di apparel sourcing stagionale presso le fiere o i fornitori, sono per lo più manuali. Richiedono una macchina fotografica per scattare le foto degli articoli, block notes per scrivere gli appunti e una grossa quantità di tempo per poter ricollegare le informazioni e catalogarle nel PLM aziendale una volta rientrati in sede. Il dispendio di tempo ed energie è notevole, senza tener conto che gli errori di trascrizione e la possibilità di incomprensioni fra le parti in gioco sono elevate.

L’intero processo può essere ottimizzato se digitalizzato. Con un semplice iPad e l’applicazione gratuita PickTOUR Mobile, si potrà organizzare il viaggio di apparel sourcing prima della partenza, scattare foto degli articoli e prendere note sulle modifiche direttamente sull’immagine, creare schede tecniche da condividere con fornitori e la sede. Con la semplice sincronizzazione dell’app, tutte le informazioni possono essere scaricate in real-time in PickTOUR Manager così da tener aggiornati i colleghi dell’ufficio prodotto sugli sviluppi in atto durante il viaggio di sourcing. Una volta selezionati i capi che entreranno a far parte della collezione, si potranno integra le informazioni salvate nel Manager nel PLM o ERP aziendale con delle apposite API. Velocità raccolta e condivisione delle informazioni fra gli attori in gioco, ottimizzazione dei tempi con conseguente riduzione dei costi, riduzione delle ore uomo per la catalogazione delle informazioni, riduzione degli errori di trascrizione e annullamento delle incomprensioni con i fornitori in fase di produzione… sono questi i principali benefici derivanti dall’innovativo processo digitalizzato di apparel sourcing dove PickTOUR diventa lo strumento di riferimento.

Apparel sourcing ultima modifica: 2015-12-11T08:35:47+00:00 da sinesy