La nuova sfida del Retail, anche nell’industria beauty, si chiama phygital: siamo approdati in una nuova frontiera della shopping experience dove per avere successo è necessario abbattere le mura che separano il canale fisico da quello digitale.

Per il country manager di Cegid Italia Mario Davalli non si parla più di Omnicanalità ma il termine corretto è diventato “Unified Commerce”. Oramai i clienti necessitano di una profonda connessione e interdipendenza tra i diversi canali di accesso al Brand; cooperazione che, se carente o inesistente, porterebbe ad una perdita delle vendite del 10% (secondo analisi Google).


Cosa si aspetterà dal Retail la nuova Generazione di shoppers?
Leggi: “Generazione Z: prospettive sul negozio del futuro

Phygital nel beauty luxury. Una rivoluzione vicina

Secondo le testimonianze emerse dal nono Luxury Summit a Milano, una delle prerogative del settore è quello di puntare molto sull’eCommerce e su un’integrazione tra quest’ultimo e il punto vendita. Non si può più contare solo sul prodotto e sulla qualità; questa dev’esserci, certo, ma è necessario arricchirla con il servizio e l’assistenza offerta al cliente.
Infatti, è proprio la consulenza personalizzata il punto focale del processo di vendita del settore beauty che non deve necessariamente concentrarsi all’interno dei punti vendita. Essa può, proprio grazie al digitale, ampliare il raggio d’azione raggiungendo un numero maggiore di potenziali clienti mostrando i prodotti servendosi di giochi che intrattengano e divertano.
L’Orèal è l’esempio concreto di come, grazie ad un’Applicazione, sia riuscita ad interagire con i clienti tramite un gioco che al contempo diverte e mostra i suoi nuovi prodotti che si adattano perfettamente al viso dell’utente.


Leggi anche: “Come la strategia digitale cambia le aziende: il caso L’Orèal”

Investire nel phygital non è più solo un plus, ma è ormai diventata una prerogativa di quelle aziende che cercano costantemente di migliorarsi stando al passo coi tempi e, perché no, anche precedendoli.

Phygital: nell’integrazione tra fisico e digitale la sfida per il settore beauty | Sinesy Trade

Chi non investe nel phygital può perdere terreno nei confronti dei concorrenti molto più velocemente di quanto non accadesse in passato nel retail fisico.

Fonte web: www.sinesytrade.it

 

Fisico + digital: due pezzi combacianti del puzzle ultima modifica: 2017-06-29T13:48:00+00:00 da Caterina Toffolo