Nel primo articolo della serie ho introdotto l’argomento della comunicazione aziendale e anticipato che la G Suite di Google (il nuovo nome delle Google Apps for Work) fornisce strumenti che aiutano le imprese in questo ambito. In questo contributo vi spiegherò come una social network per aziende, come Google+, può essere utilizzato efficacemente all’interno di un’azienda.
L’adozione di una suite di cloud pubblico richiede di superare una “resistenza” dovuta a informazioni spesso parziali su argomenti come sicurezza, privacy e tracciabilità dei dati. Pertanto deve esserci un forte convincimento a tutti i livelli aziendali (soprattuto quelli decisionali) e un supporto da parte di partner qualificati per chiarire eventuali dubbi.

Perché scegliere una social network per aziende?

Google+ (per gli amici G+) è il social network pensato per le aziende di Google: chiunque abbia un account (gratuito o a pagamento) può utilizzarlo. La funzione va abilitata personalmente da ogni utente, anche nella versione G Suite.
A questo punto la domanda è: perché utilizzare un social network per aziende in azienda? La risposta è semplice: per lo stesso motivo per cui viene usata dalla gente privatamente e cioè perché rende più facile lo scambio di informazioni tra persone.

I limiti degli strumenti di comunicazione aziendali consueti

Ognuno degli strumenti che si usano solitamente nelle aziende presenta dei limiti, ad esempio: la mail è immediata, ma richiede di ricordare tutti i destinatari e rende difficile seguire una o più discussioni sullo stesso argomento. Il portale aziendale è completo, ma solitamente i contenuti sono gestiti da personale apposito e non dagli utenti. Si tratta quindi di uno strumento poco agile. Le chat sono immediate, ma non è facile tenere insieme quelle riferite agli stessi argomenti e i gruppi di discussione possono essere utili, ma l’accesso da dispositivi mobile non è facile.

Google+ per la comunicazione interna aziendale

Tralasciando quindi l’utilizzo dei social network per motivi pubblicitari e di marketing (b2c – dall’azienda verso il pubblico) vorrei puntare ancora sulla comunicazione interna.
La prima cosa da fare, una volta attivato il servizio a livello di dominio G Suite, è chiedere alle persone di abilitare il proprio profilo, inserire le informazioni personali di base e una fotografia. La presenza della foto è importante, forse più di altre informazioni, perché renderà chiaro chi ha postato un messaggio o una risposta nel sistema, e anche più simpatico l’utilizzo!
A questo punto il sistema è pronto per essere usato dagli utenti che possono:

  • creare collegamenti con altre persone all’interno e all’esterno dell’organizzazione;
  • essere ricercati all’interno e all’esterno dell’organizzazione;
  • creare messaggi sulla propria bacheca;
  • vedere i messaggi delle persone collegate nella propria home page;
  • creare cerchie, ovvero raggruppamenti di utenti G+, suddividendoli per interesse o per questioni di privacy;
  • creare pagine pubbliche personali, aziendali e di prodotto.

Controlla l’uso improprio di G+ da parte dei dipendenti

Si possono pertanto utilizzare tutti gli strumenti di un classico social network. Nonostante questa flessibilità, in ambito aziendale certi aspetti vanno organizzati meglio e si sente la necessità di una gestione più controllata.

social-network-aziendale
G Suite ha delle funzioni che aiutano anche in questo caso; dalla console di amministrazione, si possono abilitare le funzioni premium di G+ che consentono di:

  • imporre come default la condivisione a livello di dominio G Suite o meno;
  • autorizzare la ricerca dei profili delle persone anche al di fuori dei dominio o meno;
  • controllare chi ha attivato il profilo G+;
  • effettuare queste impostazioni per singola organizzazione, differenziandole per gruppi di utenti.

Nel prossimo articolo…

Nel prossimo articolo vi parlerò della funzionalità a mio avviso più interessante di G+ per uso aziendale: le community

 

Leggi anche:

Nuovi strumenti per la comunicazione aziendale (1)


Se sei interessato ad una dimostrazione sulla G Suite di Google contattaci

Nuovi strumenti per la comunicazione in azienda (2): Google Plus ultima modifica: 2016-11-23T09:15:04+00:00 da Lorenzo Zimolo